Caschi per moto, come lavarli

Si parla spesso di caschi per moto, delle loro caratteristiche, della marca, del prezzo e quant’altro, ma si omettono spesso i particolari più ovvii dandoli quasi per scontato. Sbagliatissimo, anche perché nell’uso e nella manutenzione di un casco per moto bisogna attenersi a una serie di piccole regole e accorgimenti che sono basilari per la longevità del prodotto. Lavare il casco sembra una banalità, basta usare l’acqua direte, certo, è pure impermeabile, in realtà non è così semplice. Ad esempio, bisogna fare attenzione a lavare il casco senza usare detersivi che potrebbero danneggiarne la superficie, a seconda dei materiali di produzione, che possono essere approfonditi su www.cascomigliore.it.

Non vanno, ad esempio, usati gli sgrassatori in quanto troppo aggressivi, né altri prodotti che potrebbero corrodere la calotta o, peggio, rovinare i motivi decorativi riportati sul casco. Bene, invece, l’uso di un sapone neutro, decisamente più delicato, anche quelli liquidi con cui ci si lava abitualmente. Quando si inizia a lavare il casco è sempre meglio rimuovere parti smontabili, come ad esempio la visiera agganciata al corpo del casco, poi si inizia col bagnarlo con sola acqua e a rimuovere meglio se con le mani lo sporco incrostato o i residui che si sono attaccati col tempo e i viaggi, tuttalpiù ci si può aiutare con un panno di cotone inumidito. Fatto ciò si può sciacquare il casco sempre usando la massima delicatezza e acqua tiepida, né fredda né calda, per poi procedere all’asciugatura con un altro panno perfettamente asciutto e pulito. Ogni quanto lavare il casco?

Non c’è una regola, anche perché dipende dall’uso che se ne fa, se sta chiuso nell’armadio per mesi a che serve pulirlo? In caso di utilizzo frequente e intensivo, invece, si consiglia di lavarlo almeno una volta al mese per averlo sempre al top, fiammante come nuovo. A parte va, poi, lavata la visiera, che richiede una pulizia più frequente del casco, in quanto è la componente più esposta agli insetti e alle incrostazioni, pertanto va lavata più spesso. Per estrarla non forzare troppo la mano, in quanto i ganci potrebbero rompersi in fase di sganciamento e allora sarebbe da sostituire tutto il pezzo. Non bisogna dimenticare che andare in moto è una filosofia, per non dire un ‘credo’, di conseguenza anche il casco va tenuto come una reliquia.